BANDO ISI INAIL 2023: quali interventi sono finanziabili

Con l’articolo di oggi vogliamo portarvi alcuni esempi di applicazione pratica del bando in oggetto al fine di facilitare la comprensione dello stesso e delle sue potenzialità per la Sicurezza dei vostri collaboratori.

Per ogni asse di investimento troverai le tipologie di investimenti finanziabili dall’INAIL.

Gli assi di finanziamenti e la quota finanziata a fondo perduto:

  • Allegato 1.1: Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici 65%
  • Allegato 1.2: Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 65%
  • Allegato 2: Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici 65%
  • Allegato 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 65%
  • Allegato 4: Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori 65-80%
  • Allegato 5: Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 65-80%

Allegato 1.1: Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici

Rischi tecnopatici sono quelli che generano malattie professionali.

a. Riduzione del rischio chimico

    1. impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri
    2. cappe di aspirazione
    3. cabine di verniciatura/spruzzatura/carteggiatura
    4. sistemi di isolamento dell’operatore (glove box, sistemi di caricamento agenti chimici, ecc.)

b. Riduzione del rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli e di macchine

Se la valutazione del rischio aziendale dimostra che i valori di esposizione iniziali sono superiori ad 80 dB.

c. Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche

Vibrazioni mano-braccio: 1. martelli demolitori 2. perforatori 3. picconatori elettrici, idraulici, pneumatici 4. seghe e motoseghe 5. decespugliatori, tagliaerba 6. motocoltivatori 7. chiodatrici 8. compattatori vibro-cemento 9. limatrici, levigatrici orbitali e smerigliatrici 10. cubettatrici 11. ribattitrici 12. trapani a percussione e avvitatori ad impulso

b) Vibrazioni corpo intero: 1. macchine con operatore a bordo

d. Riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone

Progetti che migliorano le modalità di movimentazione delle persone mediante:

l’acquisto dei seguenti dispositivi medici e dei relativi accessori che consentono di spostare più facilmente le persone riducendo le sollecitazioni meccaniche per il rachide dell’operatore: teli ad alto scorrimento o tavole di scorrimento, assi in materiale rigido o cinture ergonomiche, carrozzine, dischi girevoli, ausili specifici per grandi obesi o attrezzature idonee al sollevamento di persone; la sostituzione di letti di degenza.

e. Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi mediante interventi di automazione

Progetti di riduzione o eliminazione del rischio legato alle operazioni di movimentazione manuale di unità di carico di massa uguale o superiore a 3 kg, da realizzarsi mediante l’acquisto dei seguenti tipi di macchine: sistemi automatici di alimentazione e scarico, robot, pallettizzatori e depallettizzatori automatici.

f. Riduzione del rischio emergenza nel settore della Pesca

Progetti di riduzione del rischio mediante acquisto di: dispositivi lanciasagola, trasmettitori di localizzazione di emergenza automatici in caso di ribaltamento dell’unità, radiogoniometri, giubbotti di salvataggio autogonfiabili con integrati trasmettitori di localizzazione di emergenza (PLB) dotati di luci stroboscopiche e imbraghi per verricellamento, tute stagne da sopravvivenza e lavoro, finalizzate alla protezione termica, in trilaminato con rinforzi in Kevlar, defibrillatore semi automatico esterno (DAE), sistemi di comunicazione integrata nei caschi individuali con auricolare e microfono stagni, scale di recupero uomo a mare, zattere di salvataggio.

g. Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi nel settore della Pesca

Progetti di riduzione del rischio mediante l’acquisto e l’installazione di: sistemi di trasporto e/o di alimentazione, piattaforme rialzabili, macchine e nastri per la vagliatura e il trasporto del pescato, dispositivi per la movimentazione automatica di aggancio dei divergenti con imbarco, dispositivi per la movimentazione automatica dei bighi/stanghe da pesca, macchine per la produzione del ghiaccio.

Allegato 1.2: Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

a. Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI EN ISO 45001:2023

b. Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti 80 Sociali

c. Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/2008 asseverato

Allegato 2: Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici

a. Riduzione del rischio di caduta dall’alto mediante l’installazione di ancoraggi fissati permanentemente

Progetti di riduzione del rischio mediante l’acquisto e l’installazione permanente delle seguenti tipologie di ancoraggi: puntuali, lineari flessibili, lineari rigidi.

b. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli e di macchine obsoleti

c. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete

d. Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento

Progetti di riduzione del rischio di intossicazione, asfissia, esplosione mediante l’acquisto di: sistemi di monitoraggio ambientale, sistemi automatizzati e robot per l’esecuzione di lavori in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, incluse le operazioni di saldatura e le attività di pulizia e depurazione, dispositivi, sistemi e droni per l’accesso e le ispezioni negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, dispositivi e sistemi per il recupero dei lavoratori che operano in tali ambienti.

Allegato 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

a. Rimozione di coperture in cemento-amianto e loro rifacimento

b. Rimozione di coperture e controsoffitti in cemento-amianto e rifacimento delle coperture

Allegato 4: Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori

a. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine

b. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di apparecchi elettrici

Allegato 5: Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

Sezione 1

1) Adozione di soluzioni innovative per il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola

2) Adozione di soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti

Sezione 2

1) Infortuni causati da trattori agricoli o forestali o da macchine agricole e forestali obsoleti

2) Rumore

3) Operazioni manuali

Acquisto di macchina agricola e forestale che consenta la meccanizzazione di un’operazione colturale o zootecnica precedentemente svolta manualmente.

 

Grazie per l’attenzione!

Se ti è piaciuto l’articolo o ti interessano i nostri servizi contattaci oppure:

Raffaele De Simone

Raffaele De Simone

Una laurea in Tecniche della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro e più di 15 anni di esperienza nel settore. Competenze di Professional Organizer per essere ancora più performante e offrire ai clienti quel qualcosa che è in grado di fare la differenza.
Trovi il mio profilo LinkedIn qui:
Condividi questo articolo:

Altri articoli qui.